I TRATTAMENTI

Come si tratta l'ulcera solitaria del retto

Il trattamento dell'ulcera solitaria del retto consiste nella correzione della stipsi e delle scorrette abitudini alle spinte eccessive con metodiche riabilitative ed eventualmente correggendo chirurgicamente il prolasso.

Bisogna quindi intervenire regolarizzando l'alvo con somministrazione di lassativi e raccomandando di evitare le spinte nell'evacuazione. Vanno anche eventualmente modificate le scorrette abitudini sessuali.

La riabilitazione è la stessa che si esegue per gli altri disturbi della statica pelvica di cui l'ulcera solitaria del retto appartiene. Va quindi eseguita una riabilitazione del pavimento pelvico con biofeedback, elettrostimolazione funzionali esterne e rieducazione funzionale (vedi capitolo dedicato).

Si possono somministrare farmaci antinfiammatori per via endorettale (mesalazina e cortisonici) sotto forma di perette, clismi o schiume. Solo in caso di fallimento della terapia conservativa e in presenza di una sintomatologia intensa deve essere considerata la terapia chirurgica (rettopessi per via addominale o transanale, vale a dire una sospensione chirurgica del retto (vedi capitolo dedicato).

* campi obbligatori

Strutture sanitarie dove visito e opero

Mira (VE)

Diagnostica Pavanello srl
Tel. +39 041.424700

Occhiobello (RO)

Casa di Cura Santa Maria Maddalena
Tel.  +39 0425.768411

San Donà di Piave (VE)

Casa di Cura Sileno e Anna Rizzola
Tel. +39 0421.338411

Ferrara (FE)

Poliambulatorio Città di Ferrara
Tel. +39 0532 772021

Ponte di Brenta (PD)

Analisi Mediche Pavanello Srl
Tel. +39 049.6225211

Rovigo (RO)

Rovigo Medica
Tel. +39 0425 474769