Patologie trattate

Melanoma maligno anale

Origina dai melanociti dell’epitelio malpighiano del canale anale e rappresenta lo 0,25-0,50% dei tumori della regione ano-rettale. Occupa il terzo posto di frequenza essendo i primi due occupati dalle localizzazioni cutanee e oculari. A livello anale è sempre primitivo e nel 50% dei casi può essere amelanico mentre le forme acromiche sono rare e pongono difficoltà diagnostiche anche all’istologo.

Attualmente si usa come marcatore immunitario la proteina S100.

L’infiltrazione lifatica e metastatica è rapida e in caso di astensione terapeutica l’evoluzione è spaventosa.

Tumori con estensione in profondità maggiore di 3 mm vengono considerati oltre i limiti terapeutici di tipo chirurgico.

Nei casi di minore gravità è indicata l’amputazione addominoperineale.

* campi obbligatori

Strutture sanitarie dove visito e opero

Mira (VE)

Diagnostica Pavanello srl
Tel. +39 041.424700

Occhiobello (RO)

Casa di Cura Santa Maria Maddalena
Tel.  +39 0425.768411

San Donà di Piave (VE)

Casa di Cura Sileno e Anna Rizzola
Tel. +39 0421.338411

Ferrara (FE)

Poliambulatorio Città di Ferrara
Tel. +39 0532 772021

Ponte di Brenta (PD)

Analisi Mediche Pavanello Srl
Tel. +39 049.6225211

Rovigo (RO)

Rovigo Medica
Tel. +39 0425 474769